CHI SIAMO

VILLA GERVASIO DA SEMPRE. PER SEMPRE.

Quella di Villa Gervasio è una storia che attraversa i decenni e le generazioni regalando emozioni. Da sempre. Per sempre. Una storia che ha inizio nel 1990, quando Gervasio e Pasquale Iaquaniello danno vita ad un’avventura che ha nella ristorazione d’autore il suo fiore all’occhiello. Da quel momento, il sogno di Villa Gervasio cresce e si alimenta di passione e di emozioni. Quelle emozioni che nascono negli occhi degli ospiti della villa, rapiti dall’incanto dei Campi Flegrei, da spazi ampi ed eleganti, da scenari mozzafiato.

Dagli anni Duemila, la seconda generazione della famiglia Iaquaniello raccoglie il testimone dei fondatori, arricchendo Villa Gervasio di ulteriori suggestioni e di creatività, energia ed eleganza. Le responsabili accoglienza ed eventi Filomena e Mena, l’amministratore Mariano e lo chef Giovanni Iaquaniello accompagnano i loro ospiti alla scoperta di Villa Gervasio, un luogo che si estende per complessivi 14.000 metri quadrati, nel cuore della Terra del Mito, quei Campi Flegrei che incantano da sempre turisti e viaggiatori.

Il mito e la storia... Villa Gervasio tra storia e leggenda.

Villa Gervasio domina una terra dove storia e leggenda si intrecciano: i campi flegrei, un autentico scrigno dove paesaggi sorprendenti e testimonianze archeologiche straordinarie si incontrano. È il luogo reso immortale dall’Eneide di Virgilio. Tra i protagonisti di questo panorama si distingue il Castello Aragonese di Baia: un bastione a picco sul mare, un ideale punto di incontro tra il tufo giallo dei Campi Flegrei, la storia, il vento e il mare. I resti di un complesso edilizio romano vennero inclusi nei lavori di edificazione di questo castello, fortemente voluto – sul finire del XV secolo – dagli Aragonesi.

Fu Pedro Alvarez da Toledo a volerne modificare l’assetto, subito dopo l’eruzione che generò il Monte Nuovo nel 1538. Il vicerè spagnolo impose una ristrutturazione del castello, che finì per assumere la sua caratteristica forma a stella.

È la Terra del Mito, il luogo che ha aperto le sue braccia ai Greci, ai Romani, ai grandi poeti del passato, ai viaggiatori del Grand Tour e ai turisti della contemporaneità. E che oggi si apre agli occhi degli ospiti di Villa Gervasio.