Villa Gervasio

19 Dicembre 2019

Nessun commento

Matrimonio green: come organizzare un matrimonio ecosostenibile

Dalle partecipazioni al viaggio di nozze, sono sempre di più gli sposi che scelgono di festeggiare il giorno più bello della loro vita con un occhio alla sostenibilità. Un momento di festa, lontano dagli eccessi – quelli che poi si trasformano in sprechi – e amico dell’ambiente. Se cercate di vivere una vita in sintonia con la natura, non potete non rispettarla anche durante le vostre nozze.
Una scelta, quella dell’eco-wedding, che a poco a poco si sta trasformando in una vera e propria tendenza.
L’eco wedding riguarda tutta la filiera della festa matrimoniale: gli abiti, la cerimonia, il ricevimento, gli inviti, il viaggio, le bomboniere.
Per gli inviti utilizzate solo la posta elettronica: niente buste e cartoncini con relativi francobolli. Nel caso vogliate o dobbiate inviare i classici inviti cartacei, è da preferire la carta riciclata o utilizzare delle cartoline realizzate con la vostra foto: minimizzerete l’uso della carta e i costi saranno più contenuti. Oltre alle partecipazioni, anche i menù, i libretti della chiesa, le cartine per raggiungere la location e i biglietti di ringraziamento potranno essere realizzati in semplice carta riciclata. Un’ottima idea è quella di prevedere dei segnaposto naturali: possono essere, per esempio, in legno o in tela di iuta per sottolineare il lato più autentico e semplice della tua tavola. Scrivi il nome di ogni invitato su un pezzo di legno e creerai un piccolo souvenir, che ognuno porterà via volentieri alla fine della festa.
Organizzate trasporti collettivi per gli ospiti. Avrete così meno auto private, meno inquinamento, e più divertimento per i vostri amici e familiari che vivono la cerimonia tutti insieme dal primo all’ultimo minuto.
Per il menù scegliete ditte o fornitori della zona dove si celebrano le nozze. Per quanto riguarda il menù del banchetto di nozze, tante sono le idee dalle quali prendere spunto per un catering ecosostenibile. Molte aziende di catering utilizzano infatti prodotti a km zero, provenienti da ambienti tipicamente green come serre, cascine, cooperative agricole e agriturismi. I menù da preferire sono quindi quelli ispirati alla natura, con frutta e verdura di stagione, cereali e prodotti caseari di agricoltura biologica.
Per la scelta dell’abito nuziale scegliete tra due possibilità: un abito di seconda mano, magari riutilizzando quello indossato anni prima da vostra madre, per un fantastico e originale abito da sposa vintage. Se lo stile fosse un po’ troppo retrò per i vostri gusti, potreste sempre far apportare delle modifiche per renderlo più attuale. Oppure acquistate un abito eco-sostenibile, realizzato con materiali di recupero. Oggi, vista la crescente sensibilità verso l’ambiente, sono molti gli atelier che offrono questo tipo di abito diversi modelli: dagli abiti da sposa stile impero a quelli scivolati, garantendo stessa eleganza e delicatezza di un vestito realizzato secondo i normali standard. Per la fede, invece, scegliete l’oro riciclato o quello acquistato attraverso il mercato dei prodotti equi e solidali.
Anche i fiori del bouquet e delle decorazioni non possono non rispettare la regola del km 0. Scegliete solo fiori di stagione ed evitate di utilizzarli oltre il necessario. Un’idea davvero green ed anche particolarmente creativa sarebbe utilizzare fiori di carta riciclata o di seta. Inventate, create, lasciate correre la fantasia: sarà un matrimonio non solo eco-friendly, ma soprattutto unico!
Per le bomboniere avrete l’imbarazzo della scelta: piccoli sacchetti di juta contenenti semi da piantare, vasetti di miele o marmellata biologica, quadrati di sapone naturale, spezie in barattolo, candele di cera riciclata,libri o vino. Oppure, scegliete la bomboniera solidale. Potreste devolvere l’intero budget destinato alle bomboniere in beneficenza. Darà al vostro matrimonio quel tocco di generosità e dolcezza con cui vorreste sia ricordato.
Infine, al momento dell’organizzazione del viaggio di nozze, non sarà assolutamente difficile trovare una soluzione che coniughi il lusso, la bellezza con il rispetto per l’ambiente. Anche qui sono poche e semplici le linee guida da tenere presenti: la sostenibilità ambientale, il rispetto della bioarchitettura e delle tradizioni, culture e popolazioni locali.