Villa Gervasio

27 Novembre 2019

Nessun commento

Gli addobbi floreali per il matrimonio: regole e consigli

Oltre che per il bouquet da sposa, i fiori sono elementi cruciali nella maggior parte dei matrimoni. I loro colori e i loro profumi, infatti, sono in grado di cambiare completamente l’atmosfera circostante, sia che si tratti di un bouquet di peonie utilizzato come centrotavola in un’elegante sala, sia di una cascata di Glicine in un giardino in stile boho chic.
La prima regola da seguire in materia di fiori è quella di assecondare la loro stagionalità, prima di optare per esemplari d’importazione. Adottare tale accorgimento non solo vi consentirà di risparmiare, ma anche di sfruttare al massimo la natura in cui siete immersi, senza dover necessariamente ricorrere a fiori recisi. È sempre preferibile conoscere quali sono le tipologie di fiori che si possono richiedere in un certo periodo dell’anno, senza troppa difficoltà.
Qualche esempio? Gennaio è il mese della stella di Natale, febbraio del Garofano, marzo della Mimosa e aprile dell’Anemone. Maggio, inutile dirlo, è il periodo in cui sbocciano le rose, mentre a giugno le città si colorano del rosso dei papaveri. A luglio vi sorprenderete a passeggiare sotto volte ricoperte di romantico Glicine e ad agosto i girasoli vi saluteranno mentre percorrerete la campagna in automobile. Settembre è il mese dell’Ibisco e dell’Iris, ottobre del Tulipano, novembre del Crisantemo e, infine, a dicembre potrete trovare sia gladioli che orchidee.
La scelta delle decorazioni floreali delle vostre nozze, oltre a vertere su questioni economiche, stilistiche ed estetiche, potrebbe essere legata anche al significato dei fiori. Quando sarà il momento di scegliere i vostri allestimenti nuziali con fiori, dovrete decidere se puntare sulla quantità o sul volume. Questo significa fare una valutazione economica che nel primo caso vi porterà ad acquistare tanti fiori di dimensioni relativamente ridotte (come le rose, le margherite o i mughetti) che hanno un costo per elemento abbastanza basso. Nel secondo caso, il singolo fiore vi costerà decisamente di più, ma il suo volume vi permetterà di ottenere una resa maggiore e quindi di acquistare meno esemplari: è questo il caso delle peonie, dei girasoli, delle gerbere o del Lilium.
Un altro importante aspetto da considerare quando si parla di allestimenti di matrimonio con fiori sarà dove posizionarli. Per farlo, dovrete considerare prima di tutto il percorso che compirete voi sposi e dovrete sforzarvi di immaginare quali aree della location esploreranno i vostri ospiti, per non lasciare nulla al caso. In chiesa generalmente i punti strategici sono: la navata centrale con la sua passatoia, i banchi, l’altare, la fonte battesimale, l’ambone, l’abside e il banco delle firme. Oltre agli spazi, considerate anche la luce che filtrerà dalle vetrate della chiesa, in base all’orario in cui si svolgerà la cerimonia. Gli spazi che generalmente vengono addobbati nel luogo del ricevimento di matrimonio invece sono: viale d’accesso e ingresso, tavoli degli sposi e degli invitati, tavoli del buffet e dei dolci, terrazze o spazi per il ballo. Il consiglio è comunque quello di affidarvi all’occhio esperto di chi lavora da anni nel settore e sa trovare angoli che mai avreste immaginato di poter valorizzare con il colore fiori, ma che in realtà sanno fare la differenza. Importante sarà coordinare i fiori della cerimonia con quelli del ricevimento, sposando l’idea che essi non siano solo una parte dell’arredamento, ma l’espressione di un concetto come il tema del vostro matrimonio.
Per far risaltare la bellezza delle decorazioni floreali, serve una buona illuminazione: in caso contrario tutti gli sforzi della floral designer a cui vi siete affidati saranno vani. Prima di tutto è importante distinguere tra un’ambientazione all’aperto e una al chiuso, ma anche tra un matrimonio organizzato all’ora di pranzo e uno serale. Provate a pensare a quello che accadrà il giorno delle vostre nozze, per esempio quando il sole calerà: sarà importante considerare la presenza di romantiche candele sui tavoli nelle vicinanze dei centrotavola floreali, così come l’orientamento dei vasi di fiori che avete predisposto in terrazza all’ora del tramonto. Solo così i raggi del sole potranno colorarne i petali di una tonalità magica
Oggi pensare ai fiori inseriti in un vaso è alquanto riduttivo: esistono così tante possibilità creative quanto quelle che riuscite a immaginare. I fiori infatti possono essere contenuti in annaffiatoi o addirittura utensili da cucina in alluminio, per un effetto shabby chic divertente e innovativo; un’altra opzione è quella di farli calare dall’alto, riposti in eleganti sfere di vetro o in piccoli cestini di vimini, a seconda dello stile delle nozze. Se vorrete stupire i vostri ospiti, potrete optare per vorticosi allestimenti che seguono la sagoma di gazebo e archi, ad uso sia esterno che interno. Per finire, provate a immaginare il sorprendente effetto che semplici petali di rosa possono suscitare, se sparsi in diversi punti della location di nozze.
La scelta delle composizioni di fiori da usare nella location per il ricevimento vi permetterà di sbizzarrirvi con la fantasia e con gli effetti scenografici, visto che generalmente si dispone di ampi spazi: è importante però tenere a mente sempre le regole dello stile e del buon gusto, senza dimenticare di rispecchiare il tono e l’atmosfera che avrete dato a tutto il matrimonio.