Villa Gervasio

04 Luglio 2019

Nessun commento

Galateo di matrimonio, le regole da seguire

Le buone maniere non passano mai di moda e se vi stanno particolarmente a cuore e volete evitare gaffe con l’invio delle partecipazioni matrimonio, o durante il giorno delle nozze e dopo, quando invierete i ringraziamenti a chi è stato presente o le bomboniere matrimonio anche a chi non ha potuto partecipare, ecco per voi la guida con le regole di galateo legate al mondo delle nozze per non fare brutte figure!

Partecipazioni di nozze

In merito alle partecipazioni, il galateo impone che siano scritte in grigio o in nero e che si debba personalizzare la busta che le contiene, scrivendo gli indirizzi a mano. Piccola nota: la data va scritta mettendo prima il giorno della settimana, seguito dal numero, poi dal mese e dall’anno. In questo modo i vostri inviti matrimonio saranno impeccabili e seguiranno il protocollo, anche se non ciò non toglie che potrete, se volete, personalizzarle abbinandole al tema del vostro matrimonio. L’invito deve essere inviato diverso tempo prima, almeno 3 mesi. Un particolare: si dice che la partecipazione debba lasciar intendere lo stile del matrimonio.

Le fedi

Si possono scegliere secondo lo stile che si preferisce, ma una cosa è obbligatoria: l’incisione all’interno, con data e nomi degli sposi.

Il bouquet della sposa

Sapevate che, secondo il galateo, il bouquet lo sceglie lo sposo? Deve essere lui a ordinarlo e farlo recapitare a casa della sposa la mattina delle nozze, in veste di ultimo regalo da fidanzato. Per la scelta dei fiori, chiederà ausilio alle amiche della sposa. Soprattutto al sud, la tradizione vuole che il bouquet sia consegnato alla sposa dalla madre dello sposo. In merito al lancio, la tradizione vuole che, alla fine del banchetto e prima del taglio della torta, la sposa regali il bouquet di fiori alla sua amica nubile più cara come augurio di nozze entro l’anno. Se le amiche sono più di una, allora si procede al famoso lancio: rigorosamente di spalle, la sposa tira alla cieca il bouquet verso le invitate.

Bomboniere

Se vogliamo seguire rigidamente il galateo, in merito alle bomboniere questo prevede che vengano inviate dalle famiglie degli sposi venti giorni dopo il matrimonio, mentre gli sposi sono in luna di miele. È usanza consolidata però che vengano consegnate personalmente dagli sposi al momento del congedo: devono essere uguali per tutti gli invitati, eccetto per i testimoni di nozze ai quali si riserva una bomboniera più importante.

La madre della sposa

Figura cruciale nel giorno del matrimonio, la madre della sposa deve raggiungere per prima il luogo della cerimonia, insieme ai testimoni, e accogliere gli invitati che aspetteranno l’arrivo degli sposi dentro la chiesa. La madre attenderà sulla porta l’arrivo della figlia e sarà l’ultima a sedersi durante la cerimonia.

È giusto che gli sposi si godano il giorno del loro matrimonio. Ad occuparsi degli invitati e di tutto il resto sarà quindi proprio la madre della sposa.

Corteo: il primo è lo sposo

L’ordine da seguire deve essere il seguente: prima entra lo sposo insieme alla madre o una parente alla sua destra, poco dopo i paggetti e le damigelle e la sposa, accompagnata alla sua destra dal padre. Le coppie che decidono di sposarsi in chiesa devono ricordarsi che: lo sposo con i suoi invitati deve recarsi in chiesa prima della sposa. A loro toccherà il lato destro dell’edificio, ai parenti della sposa il lato sinistro.

Il ritardo della sposa

Il ritardo fa parte della tradizione ed è ammesso dal galateo. L’importante è che non superi i 10-20 minuti.

Il velo della sposa

Il velo è sconsigliato per le cerimonie in municipio e per chi si appresta a sposarsi per la seconda volta.

Sposi: dress code e comportamento

Secondo il galateo è bene che, durante il banchetto, gli sposi abbiano l’accortezza di passare tra i tavoli e parlare con tutti gli ospiti. Per quanto riguarda l’abbigliamento, il galateo chiede alla sposa di avere le spalle coperte in chiesa, un solo gioiello, un piccolo bouquet alla sinistra, capelli raccolti e velo di famiglia. Lo sposo invece, dovrebbe evitare lo smoking e preferire il tight o mezzo tight in colori scuri, o il classico abito da cerimonia da uomo a tre pezzi con camicia bianca e cravatta in seta. Se il suo outfit prevede un cappello, questo va rigorosamente tolto durante la cerimonia.

Il taglio della torta

È uno dei momenti più attesi del banchetto. Solitamente tocca allo sposo prendere il coltello per primo e appoggiarlo sulla torta, dopodiché toccherà alla sposa appoggiare la sua mano sopra. I due insieme taglieranno le prima fette. A questo punto la sposa darà la prima fetta al marito e poi ai familiari: alla suocera, alla madre, ai padri e ai testimoni.

Ringraziamenti

L’etichetta vuole che gli sposi abbiano cura di spedire i ringraziamenti a tutti gli invitati che li hanno omaggiati con un pensiero, al rientro dalla luna di miele, rigorosamente scritti a mano e personali. Si consiglia quindi di annotarli su una lista man mano che si ricevono i regali, per non rischiare di dimenticare nessuno.