Fedi nunziali, il simbolo dell’amore eterno

Data 11-04-2019


Due piccoli cerchi che vi accompagneranno per tutta la vita come simbolo del vostro legame. Il momento dello scambio delle fedi nuziali all’altare è un momento carico di emozione: gli sposi si guardano negli occhi, si scambiano le promesse e si giurano amore eterno “nella buona e nelle cattiva sorte”.

La fede nuziale, simbolo dell’unione delle anime dei due sposi in un romantico intreccio, ritrova le sue origini nell’antichità. Il cerchio, forma che rappresenta l’infinito e la perfezione, rappresenta una geometria perfetta, due estremità che si congiungono per annullarsi l’una nell’altra. A completare la simbologia del “per sempre” si aggiunge la presenza dell’oro, materiale che rappresenta l’eternità per eccellenza. Il termine “fede” deriva dal latino “fides” che significa fedeltà; inoltre, nella storia dell’antica Roma, la dea della lealtà era appunto conosciuta come Fides.

La fede nuziale va indossata all'anulare della mano sinistra e questo si deve a due tradizioni molto antiche. La prima, curiosa quanto romantica, nasce in terra egiziana: dall'anulare passerebbe una piccola arteria nota come vena dell'amore che partirebbe proprio dall’anulare della mano sinistra per collegarsi al cuore. La seconda è legata alla Liturgia Cattolica: non appena il celebrante, toccate le prime tre dita della mano sinistra recita la famosa dichiarazione "nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo", si impegna a infilare l'anello, benedetto dal rituale, nel quarto dito della mano.

Diverse sono le tradizioni e le usanze legate all’acquisto delle fedi.  In alcune parti d’Italia il compito è dello sposo, e al suo testimone maschio spetta il compito di portarle nel luogo della cerimonia. L’altra tradizione, forse quella più comune, recita che l’acquisto spetti ai testimoni, come un dono per la loro vicinanza e affetto alla coppia. Se la coppia ha scelto di avere paggetti o damigelle, saranno loro a precedere la sposa durante la marcia nuziale, portando le fedi all’altare sistemate su un cuscino portafedi.

Dalla classica alla mantovana, passando per la francesina alle più moderne fedi con diamanti, in oro bianco, giallo o rosa: sono diversi i tipi di anelli nuziale che gli innamorati possono scegliere per il giorno del sì. Tra i modelli di fede nunziale più richiesti troviamo la fede classica, mediamente sottile, tonda e smussata; la francesina, tonda, leggermente bombata ma più sottile rispetto alla fede classica; la mantovana, decisamente più pesante e grossolana, caratterizzata da una fascia larga, piuttosto appiattita e ad arco ribassato e la squadrata, caratterizzata dalla presenza di piccole facce che conferiscono alla fascia una forma quasi ottagonale.



Fedi nunziali, il simbolo dell’amore eterno Villa Gervasio