Come scegliere e indossare il velo da sposa

Data 05-05-2019


Lungo, corto o all’americana, il velo è l’accessorio principe più usato e richiesto dalle bride to be per completare il look. Il velo è l’accessorio che contribuisce a rafforzare la magia dell’abito da sposa, per questo molte spose non riescono proprio a rinunciarci. Come per l’abito, anche in questo caso la scelta deve essere ben ponderata in base al tema delle nozze e alle caratteristiche del vostro bridal dress. Se invece volete seguire la tradizione e il vostro desiderio è quello di indossare il velo di famiglia, la ricerca dell’abito deve partire proprio dal velo stesso, ponendo particolare attenzione alla sua nuance e ai tessuti.

Da sempre, il velo da sposa si fa portavoce di origini antichissime ed è in grado di donare un’aurea romantica e sognante alle spose. In passato il velo simboleggiava la purezza e la dedizione assoluta nei confronti dello sposo, mentre nei matrimoni combinati, veniva usato per celare la sposa fino alla fine della cerimonia. Nel Medioevo invece era l’accessorio indispensabile da indossare per allontanare la sorte avversa, come un amuleto.

Per secoli quando si parlava di velo da sposa si pensava al classico in pizzo, come il modello mantello che con estrema leggerezza poggia sulla testa o quello con lo strascico, da vera principessa. Con il passare degli anni e delle mode, il mondo bridal ha visto cambiare le tendenze anche per i veli da sposa. Sono davvero tantissime le linee con applicazioni di strass, swarovski o fiori. La novità che però ha fatto più parlare di sè nelle ultime collezioni è stata quella del velo da sposa dipinto.

Le richieste variano, ma il più gettonato sempre essere il velo lungo tradizionale di circa 3 metri che crea fascino su qualsiasi sposa, è facile da gestire e si addice a qualsiasi stile di nozze.  Grazie alle sue caratteristiche – stretto e lungo – è il modello di velo da sposa che più si adatta alle diverse linee di abiti, dal modello principesco a quello a sirena. Non esiste una regola precisa per definire la lunghezza del velo ma in ogni caso deve superare la lunghezza dell’abito almeno di qualche centimetro.

Tra i veli di media lunghezza, molto diffusi il modello che arriva all’altezza del gomito e quello che si ferma al punto vita. Entrambi sono perfetti in abbinamento ad un abito a sirena e nel caso di statura medio-alta. Sempre in questa categoria troviamo anche il fingertips: il velo che arriva fino alla punta delle dita considerando il braccio disteso lungo il corpo. Questa specifica tipologia di velo può accompagnarsi anche ad un abito romantico dai volumi non troppo ampi. Una sua variante dal sapore retrò è la mantiglia d’ispirazione spagnola, caratterizzata da preziosi ricami, ideale in abbinamento ad un abito minimal.

 Se siete delle bride to be che amano osare utilizzando dettagli un po’ più eccentrici, il velo da sposa 2019 corto è ciò che fa per voi.  È il genere più sbarazzino, all’avanguardia e originale. Nel velo da sposa corto possono rientrare linee differenti: la mantellina e la stola che poggiano sulle spalle e nascondono le nudità fino alla veletta, chiamata anche fascinator. Mini dress, abiti semplici e lo stile impero sono tra i bridal dress più adatti per questa tipologia.

Per abbinare al meglio il velo all’abito basta seguire una regola davvero semplice: se l’abito scelto è ricco e presenta linee, tessuti e applicazioni sontuosi optate per un velo semplice e discreto. Se invece il vostro abito è semplice e lineare potreste osare con un velo principesco magari ricamato o arricchito da applicazioni in pizzo. La linea guida da seguire dovrà sempre essere quella dell’equilibrio: nessuno dei due elementi deve mettere in ombra l’altro.



Come scegliere e indossare il velo da sposa Villa Gervasio